Alexandre Frota deve risarcire Rachel Sheherazade dopo la sconfitta

Alexandre Frota dovrà risarcire Rachel Sheherazade (Immagine: Riproduzione – Instagram / Montaggio – RD1)

Alessandro Freta perso il processo che Rachel Sheherazade si è mosso contro di lui dopo essere stato paragonato a una prostituta in un video che ha pubblicato su YouTube.

Giudicato dalla 9a Sezione di diritto privato della Corte di giustizia di San Paolo, il caso ha avuto una decisione favorevole per il presentatore, che riceverà un risarcimento di 30mila R$ dall’ex attore, secondo Notícias da TV.

Il giornalista, però, ha chiesto la cifra di 50mila R$ per danni morali, oltre a chiedere a Google di rimuovere i video dalla messa in onda. La piattaforma, a sua volta, ha informato di non essere responsabile dei contenuti divulgati.

Al momento dell’esplosione di Rachel, Frota era ancora un alleato del presidente Jair Bolsonaro (PL), mentre il giornalista criticava il governo. Dopo l’episodio, ha sporto denuncia contro di lui e ha intentato una causa.

In primo luogo, si è deciso che le parole pronunciate dall’ex attore fossero aggressive, ma si trattava di libertà di espressione. Disgustata, la difesa di Rachel ha impugnato la decisione nel settembre dello scorso anno.

Tuttavia, con il secondo grado, il giudice Edson Luiz de Queiroz ha deciso che “non si tratta solo di trasmettere la propria opinione e, sulla base di ciò, di formarsi l’opinione di altri, bisogna essere prudenti nella condotta. Nelle parole dell’imputato, non si trattava solo di mancanza di cortesia o cortesia; le offese personali sono rimaste, estrapolando, appunto, la libertà di espressione”.

Oltre a condannare Frota, il magistrato ha ordinato a YouTube di rimuovere i contenuti dalla piattaforma, con una multa di 1.000 R$ al giorno, se non lo fa.

Alexandre Frota rivela stanchezza e rinuncia alla rielezione a deputato federale

Alexandre Frota (PSDB-SP) non è molto soddisfatto dell’attuale Camera dei Deputati. Ex bolsonarista, ha detto questa settimana che non si candiderà più alla rielezione perché disgustato da quelli che definisce “accordi spuri” presi dal governo del presidente Jair Bolsonaro (PL).

L’informazione è stata confermata dal quotidiano O Globo. Il politico ha dichiarato che si candiderà a un seggio di deputato statale a San Paolo per essere più vicino alla sua famiglia e vedere crescere sua figlia di due anni.

“Ho sempre saputo che a Brasilia c’erano accordi spuri. Ma non fino a questo punto e in questa collusione criminale tra Bolsonaro e quella banda che ha messo in piedi. Si è servito anche di istituzioni e ministeri attrezzati, COAF, Polizia Federale e Pubblico Ministero”, disse l’ex pornostar.

Alexandre Frota ha anche evidenziato: “Non sono stato sorpreso e non sono ingenuo. Mi sono appena stufato”..

Cosa hai pensato? Seguire @rd1ufficiale su Instagram per vedere di più e lascia il tuo commento cliccando qui

Dalla redazione

IL Scrittura RD1 è composta da specialisti quando si tratta di pubblico televisivo, soap opera, celebrità e telegiornali. Ha giornalisti che da più di 10 anni sono un punto di riferimento nella ripercussione dei soggetti televisivi, referenziati e riconosciuti da celebrità, professionisti del settore e pubblico. Raccoglie e pubblica dozzine di notizie quotidianamente consumate da milioni di persone ogni settimana. Incontrare la squadra.

Add Comment