Aneel approva un aumento del 24,88% delle tariffe di Enel Ceará da venerdì 22

Dal 22 aprile di quest’anno, venerdì prossimo, la bolletta dell’elettricità del Ceará aumenterà in media del 24,88%. Il riadeguamento delle tariffe operato da Enel Ceará è stato approvato dall’Agenzia nazionale per l’energia elettrica (Aneel) in seduta straordinaria nella mattinata di questo martedì 19.

L’aumento rappresenta più del doppio della percentuale prevista dall’Unione delle industrie e dei servizi energetici del settore elettrico dello Stato del Ceará (Sindienergia) che stimava l’11%.

I riaggiustamenti sono contestati dal Consiglio dei consumatori di Enel Ceará, che considera, tra l’altro, problemi nella qualità del servizio fornito dal distributore e il significativo aumento dell’utile netto dell’azienda negli ultimi due anni.

Iscriviti a THE POVO+

Ottieni l’accesso a tutti i contenuti esclusivi, editorialisti, accesso illimitato e sconti in negozi, farmacie e altro ancora.

Firmalo

La pretesa richiesta da Enel era di un riaggiustamento del 30,41%, percentuale che però è stata mitigata dalle azioni di Aneel, che prevedono l’utilizzo di risorse provenienti dai fondi Pis/Cofins come sovvenzioni per ridurre la richiesta di discarico.

Dopo la delibera del relatore con Enel, gli incrementi percentuali approvati sono stati:

  • Aumento di 24,18% per il gruppo A, i consumatori ad alta tensione con un’elevata richiesta di energia, come ad es industrie

  • Aumento di 25,12% per il gruppo B, utenze a bassa tensione, in generale residenze e piccola impresa,

  • Aumento di 24,66% per immobili residenziali a basso consumo

La domanda dei consumatori ha approvato l’aumento della bolletta dell’elettricità nel Ceará

Alla votazione ha partecipato Antônio Erildo Lemes Pontos, presidente del Consiglio dei consumatori di Enel Ceará, chiedendo il supporto di Aneel per valutare l’aumento poi approvato. “Siamo estremamente preoccupati per l’aumento votato nella riunione di oggi”, sottolinea Antônio.

Mette in dubbio che anche nel 2021 il riadeguamento tariffario di Enel fosse dell’8,95%, “quasi il doppio dell’IPCA e, quest’anno, l’aumento è quasi tre volte l’IPCA, che è l’inflazione reale per i consumatori”, argomenta, evidenziando l’insoddisfazione generale dei consumatori.

“Difficile per qualsiasi consumatore accettare e capire incrementi così pesanti e consecutivi, soprattutto provenienti da un’azienda che ha lasciato molto a desiderare nel servizio fornito”, aggiunge.

Il Consiglio mette in dubbio anche il balzo dell’utile dell’azienda, che è stato di circa l’84% dal 2020 al 2021, durante la crisi idrica, sommando un utile netto di 489 milioni di BRL nel 2021, mentre nel 2020 era di 489 milioni di BRL. .

A sua volta, Enel Ceará sottolinea che terrà una conferenza stampa la mattina di questo martedì 19 aprile, per informare la società in generale sulle ragioni e la necessità del riadattamento. Per Antônio, l’aumento genererà perdite per il distributore: “Credo che ci sarà un forte aumento delle inadempienze e dei furti di energia”, argomenta, rilevando che la mancanza di un reale aumento del salario minimo e l’impennata generalizzata dei prezzi aggraverà l’insoddisfazione dei consumatori nei confronti di Enel.

Composizione dell’aumento della bolletta elettrica di Enel Ceará

Come presentato da Luis Carlos Carrazza, specialista in regolamentazione presso la Soprintendenza per la gestione delle tariffe di Aneel, l’onere principale per il riadeguamento della tariffa applicata da Enel riguarda la rimozione di precedenti perdite finanziarie. Le misure adottate per mitigare gli aumenti della bolletta elettrica nel 2021 rappresentano l’11,45% dell’aumento approvato per l’anno 2022, come dettagliato da Luiz.

L’aumento della bolletta elettrica nel Ceará è composto da:

  • 11,45% – Maggiorazione riferita al prelievo di precedenti oneri finanziari
  • 4,02% – Aumenti di oneri, tasse e commissioni
  • 4,32% – Aumento del prezzo dell’energia nel mercato interno brasiliano
  • 0,55% – Aumento di altre componenti finanziarie, costi operativi, ecc.
  • C’era ancora riduzione dell’1,04% nel costo relativo al trasporto di energia

Punti che hanno contribuito all’aumento del 30,41% proposto da Enel, da ridurre da parte di Aneel

  • Rimborso crediti Pis/Cofins —> Riduzione del 2,93% (R$ 201,4 milioni)

  • Fine della bandiera della scarsità d’acqua —> Riduzione del 2,18% (149,5 milioni di R$)

  • Storno del rischio idrologico —> Riduzione del 2,11% (R$ 145,1 milioni)

  • Carenza d’acqua residua —> Riduzione dell’1,99% (136,2 milioni di R$)

  • Overcontracting/esposizione energetica —> Riduzione dello 0,70% (R$ 47.891 milioni)

  • Conto scarsità idrica – differenziazione energetica —> Riduzione dello 0,84% (R$ 57,95 milioni)

  • Altri finanziari —> Riduzione dello 0,52% (R$ 35,47 milioni)

  • Conto della scarsità d’acqua – importazioni da luglio ad agosto 2021 —> Riduzione dello 0,40% (27,76 milioni di R$)

L’aumento delle tariffe fa saltare Enel Ceará di 31 posizioni e diventa l’8° posto più caro del Brasile

Prima dell’aumento approvato martedì 19 aprile, la tariffa praticata da Enel Ceará era la 39a più cara del Brasile rispetto a quella praticata per gli immobili residenziali a basso consumo energetico.

Con il riadeguamento annuale, la tariffa applicata alla bolletta dell’elettricità di Ceará è balzata di 31 posizioni, da R $ 588,8 per megawatt (MW) all’ora, a R $ 731,6 nella stessa misura. I valori rappresentano R$ 0,73 per ogni kilowatt (KW) consumato all’ora nello Stato.

La tariffa applicata al consumatore da Enel Ceará è composta da:

  • 32,2% – Tasse (28,8% ICMS e 3,4% Pis/Cofins)
  • 29% – Energia
  • 25,4% di distribuzione
  • 8,9% – Spese
  • 3,8% – Trasporti

Hélvio Guerra, direttore di Aneel, riconosce che i riaggiustamenti attuati “non sono bassi”, ma sottolinea le azioni dell’Agenzia al fine di ridurre al minimo l’impatto sul consumatore finale.

“Viste le difficoltà che stiamo vivendo in questi anni, oltre agli impatti della pandemia con impatti su tutti i settori della società, abbiamo ancora il problema del prezzo del gas nel mercato internazionale che colpisce direttamente il nostro settore, oltre alla crisi idrica, considero le azioni dell’Aneel in relazione ai casi giudicati”, sottolinea.

VOLO PODCAST 168 BACKSTAGE

Domande, critiche e suggerimenti? Parla con noi

tag

.

Add Comment