Charles do Bronx prevede eliminazione diretta al primo turno nell’Islam | combattere

Il podcast Mundo da Luta ha raggiunto questa settimana la sua 200a edizione e un’occasione speciale ha meritato un ospite speciale: Charles “do Bronx” Oliveira. Il “campione non ufficiale dei pesi leggeri” dell’UFC ha parlato con Marcelo Russio, Adriano Albuquerque e Marcos Luca Valentim su una varietà di argomenti e ha persino risposto alle domande dei fan. Uno degli argomenti più discussi, ovviamente, è stata la lotta al titolo contro l’Islam russo Makhachev, in programma il 22 ottobre ad Abu Dhabi. Ascolta cliccando sul player qui sotto:

Il combattente di San Paolo era fiducioso di vincere rapidamente la partita e ha inchiodato:

– Questa lotta non va oltre il primo round, eliminerò Islam Makhachev. Eliminerò l’Islam Makhachev – decretò.

Charles do Bronx festeggia la vittoria a UFC 274: il brasiliano vuole aumentare la sua eredità da campione – Foto: Getty Images

Makhachev ha parlato molto di Do Bronx nei media. In un’intervista al canale televisivo americano “Espn”, il russo ha ricordato le dichiarazioni del brasiliano sui possibili combattimenti contro Nate Diaz e Conor McGregor per affermare che l’ex campione voleva scegliere il proprio avversario per evitarlo. Il brasiliano è stato fermo nella sua risposta.

– Facciamo così: prendi le mie ultime 11 vittorie e prendi le tue 10 vittorie. Guarda chi ha scelto di combattere e chi non ha scelto di combattere. È una scala. Guarda i nomi di Charles e guarda i loro nomi. Quindi trai la tua conclusione. Charles del Bronx non è un nome famoso, fratello. La sua storia non è montata, no. Non ho mai scelto un combattimento in vita mia. Ho citato Conor McGregor e lo ripeto: se mi dici “Charles, vuoi combattere Conor domani?” Dirò: voglio! Parliamo di soldi. Metterà un sacco di soldi sul mio conto. Nessuno è sciocco. Puoi chiedere a qualsiasi stupido combattente UFC, “Combatti te e Conor”, per vedere se non lo faranno. Lo stesso Dustin Poirier lo ha fatto, ha lasciato la lotta per la cintura per lottare per i soldi.

– Questi ragazzi vogliono entrare nella mia mente in qualche modo. Hanno detto che mi sono arreso, ho mostrato che non mi arrendo. Hanno detto che non posso, ho dimostrato che posso. Hanno cercato di rubarmi la cintura e io ho detto: “Aspetta, lascia che ti mostri come funziona”. Ora questo è ciò che hanno inventato, che io scelgo i combattimenti! Basta citare gli ultimi quattro nomi che ho affrontato, sono ragazzi classificati! Non è il 22°, 23° ragazzo, non è il ragazzo che hanno assunto per combattere. Penso che sia stato risposto bene, giusto, l’Islam? E quando non ho detto il suo nome, era perché era una lotta che non mi interessava, dovevo parlare della lotta che mi interessava. Ma ne parlavi tanto, lo volevi tanto, io dicevo: io volevo la pace, tu volevi la guerra. Piacere, la guerra sta arrivando – ha sparato.

Charles do Bronx affronta Islam Makhachev a UFC 280 il 22 ottobre – Foto: Infoesporte

Scopri altri argomenti dell’intervista:

La voglia di affrontare Conor McGregor

Puoi dire quello che vuoi su Conor, ma ha una legione di fan, quindi otterrai più follower, aumenterai la tua eredità, il tuo nome crescerà sempre di più. Conor è stato uno dei ragazzi che hanno venduto più pay per view nell’UFC, un ragazzo che è stato pagato molto meglio di migliaia di altri ragazzi, anche giocatori. Stiamo parlando di denaro, eredità e storia. Ogni combattente ha il sogno di lasciare un’eredità e una storia gigantesca. Questa non è una novità, è da molto tempo che chiedo questa lotta.

Si è ritirato e lo rispetto. Tuttavia, quando era campione, vendeva combattimenti senza parlare e oggi, dopo il suo ritiro, ha parlato molto. Non ho mai parlato di nessuno, però, se è la sua volontà di combattere ancora, sicuramente, perché non possiamo parlare? Mostrarmi il denaro! Quando raggiungiamo il livello della categoria che abbiamo raggiunto oggi, dobbiamo pensare molto al passo che faremo, dobbiamo parlare molto di soldi, e poi non ho bisogno di essere coinvolto, lascio la squadra viene coinvolta affinché ciò accada. Penso che sia una lotta che tutti volevano vedere accadere. Ma lo rispetto molto e credo che non combatterà più. Ma chissà, all’improvviso!

Inserito di recente nella Hall of Fame dell’UFC, Khabib Nurmagomedov è un ex campione dei pesi leggeri e allenatore di Makhachev (Foto: Carmen Mandato/Getty Images)

ci sto vibrazione. So da dove vengo, dove sono e dove voglio andare. Voglio continuare a mostrare a questi ragazzi che un ragazzo che è venuto dalla favela nel mondo può davvero diventare un grande campione, fare una grande storia, guadagnare soldi, avere una bella casa, senza calpestare nessuno, senza dover fare nulla di male. Questa è la mia eredità, questo è ciò per cui devo lavorare. Ho avuto molto nervosismo; segnato la mia lotta, ero sudato, disperato! Non oggi, sono calmo, sono sereno. So quanto sono bravo in questo, so cosa devo fare.

Scusa, rispetto tutti questi ragazzi, Anderson Silva, Kamaru Usman, Amanda Nunes, ma non so di che peso stiano parlando, no. Questa è la realtà. Ogni persona è in un certo senso, tutto il rispetto nel mondo, però non ho nessun peso. Non so quanto fossero pesanti, come lo portassero, ma io, Charles Oliveira, non ho alcun peso. Non voglio perdere, e il giorno in cui perderò questa cintura – e accadrà un giorno, nessuno è imbattuto a vita – non mi sentirai mai dire che avevo un peso sulla schiena. La mia opinione è questa.

Non mi piace stare in quello”tempismo“quanto è grande il nome di Carlo? Che cosa ha fatto Charles?” Tuttavia, le cose accadono come gli anziani che dicono che sono il nuovo Ayrton Senna del Brasile. che tra 50 anni Charles andrà in paradiso e la gente continuerà a pronunciare il nome di Charles. Questo sarà molto importante per me, perché stiamo parlando di eredità. I ​​più giovani vogliono essere Charles. I ragazzi dentro la favela che volevano essere il vagabondo, il ladro, lo spacciatore, oggi vogliono essere Chales! Ecco perché ho predicato per tutta la mia vita, che il ragazzo potesse uscire all’interno della comunità per essere un grande nome nello sport o un grande lavoratore. Questo è quello che volevo e sta funzionando.

Clicca qui sotto per ascoltare il podcast Mundo da Luta sul tuo aggregatore preferito:

Candidati a eliminazione diretta della settimana

Demetrious Johnson a ONE Championship

Sheikh-Mansur Khabibulaev all’ACA 143

Nong-O Gaiyanghadao a ONE Championship

Candidati di fine settimana

Marcus Buchecha a ONE Championship

Kyle Pavao a Cage Titans 55

Ilimbek Akylbek Uulu no Oktagon 34

UFC debutta a Parigi e puoi vederlo dal vivo in Combat!

Add Comment