Chi è Letícia Trevisan, giovane donna diventata virale dopo aver fatto la “L” su SBT

Letícia Trevisan, 16 anni, è diventata virale dopo aver partecipato al programma Silvio Santos domenica scorsa. Mentre il proprietario del Baú intervistava il deputato statale bolsonarista Frederico D’Ávila (PL-SP), la giovane ha approfittato della telecamera puntata nella sua direzione e ha fatto il gesto di una “L” con la mano, riferendosi all’ex presidente Lula .

Figlia di un cuoco disoccupato, la giovane donna, come le sue due sorelle maggiori, è stata cresciuta solo dalla madre. Il padre abbandonò la famiglia quando Letícia era ancora una bambina. La donna è una studentessa e frequenta il liceo in una scuola statale a Cotia, San Paolo.

0

Questa era la quarta volta che Letícia era tra il pubblico di Silvio Santos. La giovane donna di solito accompagna la carovana dalla sua città agli studi SBT. L’abito rosso, che indossa nelle immagini, non è stato scelto per la situazione. “Non sappiamo mai chi sarà nel programma”, ha spiegato, durante una conversazione con il portale F5 di Folha de São Paulo.

La ragazza ha rivelato che le registrazioni sono state effettuate giovedì (7/24), tre giorni prima della messa in onda del programma e ha detto di aver fatto il segno dopo aver notato la direzione che stava prendendo la conversazione tra il vice e Silvio Santos. Ho fatto la “L” per Lula perché lui [o deputado] ha affermato che la maggior parte dei brasiliani sostiene la rielezione di Bolsonaro alle elezioni di ottobre. Chi, popolo mio? Nessuno che conosco ci ritornerà”.

Nonostante la sua improvvisa fama e dopo aver ricevuto messaggi da Lula e Janja, Gloria Groove e Deolane Bezerra, Letícia ha anche rivelato di aver ricevuto anche parole negative. “Sono stato maledetto molto, ma quello che mi ha ferito di più sono stati commenti come ‘neguinha’ e ‘doveva essere della favela’. È puro razzismo”, ha detto.

Vuoi rimanere al passo con il mondo delle celebrità e ricevere le notizie direttamente sul tuo Telegram? Entra nel canale Metropolis: https://t.me/metropolesfamos

Add Comment