Diego Loureiro svela la richiesta di Castro di giocare con i piedi: “Mi sento a mio agio” | botafogo

Proprietario della porta dell’alvinegra mentre Gatito Fernández è fuori, Diego Loureiro si è evoluto sotto le cure di Luís Castro. Titolare del Botafogo domenica scorsa, nella vittoria per 3-1 sul Ceará, per il Brasileirão, il 23enne sarà sotto i riflettori al suo debutto in Copa do Brasil, contro il Ceilândia mercoledì (20), alle 21:30 , a Mané Garrincha, per la terza fase del concorso.

+ Con la presenza dei tifosi, Botafogo arriva a Brasilia per esordire in Copa do Brasil

Dal 2018 al Botafogo, il portiere ha rivelato che l’arrivo di Luís Castro lo ha aiutato a sviluppare le capacità per giocare con i piedi. Estimatore di atleti con questa abilità, il portoghese ha intensificato gli allenamenti con l’obiettivo di migliorare questo punto.

Ceará vs Botafogo Diego Loureiro — Foto: Lucas Emanuel/AGIF

– All’insegnante piace che partecipiamo al gioco. Non solo con la palla tra i piedi, ma in altre situazioni. Sono cose con cui mi sento a mio agio, perché avevo già questa caratteristica prima. Quindi si tratta solo di adattarsi a quello che chiede, sapendo cosa ha bisogno che noi facciamo sul campo. Non sono lì per essere il momento clou della squadra, giocando con i piedi. Sono lì per aiutare Botafogo, la famiglia Botafogo – ha detto, prima di continuare:

+ Botafogo rivela relative a Tchê Tchê, Sauer e Lucas Fernandes; gattino segui

– Abbiamo avuto un allenamento un po’ più intenso sui piedi. Lavoriamo molto con i piedi, altri aspetti e capacità dei portieri. È qualcosa che abbiamo migliorato molto nelle ultime settimane con il professor Daniel Correia”, ha aggiunto.

+ Botafogo presenta il duo portoghese

Oltre alla nuova funzione e ai cambiamenti nell’allenamento, Loureiro osserva che nella sua vita quotidiana sono cambiate più cose. Uno dei rimasugli della campagna che ha retrocesso il Botafogo in Serie B, nel 2020, il portiere riconosce che esiste un interessante parallelismo tra il “vecchio” e il “nuovo” club.

Tchê Tchê è un altro rinforzo presentato da Botafogo

– Pochi gli atleti rimasti dall’anno della retrocessione ad oggi. Vediamo molte differenze, oggi è un giorno più leggero. È una svolta molto importante. Penso che chiunque sia qui sia grato a John per aver creduto nel club, per aver investito molto. Siamo contenti dei rinforzi che stanno arrivando e vogliamo restituire a lui, ai tifosi. Dimostra che valeva la pena fidarsi di noi, ma sappiamo anche che è un progetto a lungo termine, che ha ancora molto da crescere e che ci stiamo evolvendo come la famiglia Botafogo

+ Il 2022 è uno degli anni più “stranieri” del club; vedi la classifica

La “famiglia” entra in campo alle 21:30 di questo mercoledì (20), per il terzo turno della Copa do Brasil. Victor Cuesta, presentato in settimana, non potrà più giocare per il campionato, essendo già entrato in campo con la maglia dell’Inter. La stessa situazione accade con Oyama, che ha già giocato per Mirassol, da DP. Gattino, con dolore al ginocchio destro.

+ Leggi altre notizie da Botafogo

In campo invece Luís Castro ha novità. Oltre agli ultimi tre rinforzi – Tchê Tchê, Gustavo Sauer e Lucas Fernandes – sono ancora fuori. Viene nuovamente elencato Matheus Nascimento, rilasciato dopo aver adempiuto agli impegni personali.

Il podcast ge Botafogo è disponibile sulle seguenti piattaforme:

  • 🎧 Globoplay – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Spotify – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Google Podcasts – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Podcast Apple – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Pocket Casts – clicca qui per ascoltare!
  • ▶️ Premi play!

Guarda: tutto su Botafogo su ge, su Globo e su sportv

Add Comment