Dopo il “capolinea” al Fluminense, Caio Paulista festeggia una nuova occasione e riceve il sostegno della folla | fluminese

alla Pasqua del Fluluminenseche era “rinato” era Caio Paulista. L’attaccante, già titolare assoluto e pezzo forte della squadra guidata da Roger Machado lo scorso anno, è tornato a giocare dopo più di un mese senza entrare in campo. Ha giocato contro Cuiabá all’Arena Pantanal e ha fatto bene.

Si è sbarazzato di Calegari sulla destra; subisce un fallo all’ingresso dell’area che genera una rara chiara occasione; e ha partecipato direttamente al gol della vittoria per 1 a 0 segnato da Paulão, difensore che è stato messo sotto pressione da Caio Paulista in area. All’uscita dallo stadio, l’attaccante ha assicurato di non scoraggiarsi per il periodo trascorso in “frigorifero” e ha festeggiato la nuova occasione:

– Non giocavo da un po’, sì, ma lavoravo con la mente lucida. Il professor Abel parlava sempre di continuare a lavorare perché l’occasione sarebbe arrivata. Grazie a Dio è arrivato, siamo riusciti a partire con i tre punti e con l’aiuto anche nella partecipazione del gol lì (ride). Quindi sono molto contento e continuerò il lavoro per quando avrò altre opportunità per sapere come sfruttarlo.

Caio Paulista festeggia con i suoi compagni di squadra del Fluminense in panchina — Foto: Mailson Santana / Fluminense FC

Caio Paulista ha iniziato il 2022 come riserva al Fluminense, ma ha continuato ad entrare nei giochi. Solo l’episodio della ballata prima del Fla-Flu della Coppa Guanabara ha preso molto male internamente ed è stato tagliato dal classico a febbraio. Da allora, è andato al “capolinea” degli attaccanti ed era stato scavalcato da Abel Braga, che lo ha escluso dalle ultime sette partite prima di Cuiabá. Tuttavia, in una conferenza stampa, l’allenatore ha riconosciuto che avrebbe potuto dargli più possibilità prima:

– Parlo con il mio giocatore in questo modo: “Non faccio casini con un giocatore, con nessuno”. Posso, attraverso la mia coscienza e la mia testa, commettere un’ingiustizia, sono stato improvvisamente ingiusto con lui. (…) Ma va bene Caio. Ha finito con un serio problema alla sinistra, perché entrambi i giocatori erano sopra Calegari e Luiz (Henrique) non è stato più in grado di aiutare. E ci ha aiutato a vincere.

Oltre al morale con Abele, anche Caio Paulista ha ottenuto il sostegno della folla. In un tradizionale sondaggio della Fluminense su “Twitter” dopo le partite, l’attaccante ha smascherato il capocannoniere Cano, Nino e Nonato definendolo “guerriero di turno”, con il 33% dei voti. E sui social tanti fan immaginano: “Oh, se ci fosse Caio al posto di Gabriel Teixeira in quel pallone a tu per tu con il portiere dell’Olimpia in Pre-Libertadores”…

Il Fluminense ha concluso il secondo round del Campionato Brasiliano al sesto posto con quattro punti, a pari merito con Santos, Flamengo e Bragantino, ma in svantaggio nei criteri del tie-break. Nel prossimo turno, Tricolore affronterà l’Inter sabato prossimo, alle 19:00 (ora di Brasilia), al Maracanã. Ma prima, la squadra di Abelão darà il benvenuto al Vila Nova-GO martedì al debutto in Copa do Brasil, alle 21:30 (ora del Brasile), sempre al Maracanã.

“Non meritavamo di vincere, ma siamo riusciti a vincere”, dice Gabriel | La voce della folla

+ Leggi altre notizie da Fluminense

Il podcast ge Fluminense è disponibile sulle seguenti piattaforme:

  • 🎧 Spotify – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Google Podcasts – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Podcast Apple – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Pocket Casts – clicca qui per ascoltare!
  • ▶️ Premi play!

Add Comment