guarda come è andata la partita

Giorni dopo essere stato eliminato in casa in Europa League, il Barcellona ha deluso ancora una volta giocando al Camp No e ha perso contro il modesto Cadice per 1 a 0, in una partita valida per il campionato spagnolo e giocata questo pomeriggio.

In una crisi, la squadra si è allenata da Xavi Hernández parcheggiato a 60 punti in 31 partite e respira attraverso l’attrezzatura nella lotta per il titolo contro il leader del Real Madrid: la squadra della capitale ha 75 punti e una partita in più rispetto ai catalani.

Il Cádiz, invece, è riuscito a uscire dalla penultima posizione ed è momentaneamente fuori dalla zona retrocessione con 31 punti.

IL UOL Sport ha riassunto quello che è stato il duello tra le squadre spagnole. Dai un’occhiata qui sotto:

Distaccato al Camp Nou…

La partita è iniziata al ritmo di un pigro lunedì: il Barcellona ha anche provato a controllare le azioni e creare giocate pericolose, ma ha finito per essere facilmente neutralizzato dalla difesa ospite.

Fino al 20′ la mossa migliore è stata generata da Dembélé in una giocata individuale: l’attaccante, però, è arrivato lontano dalla porta difesa dall’argentino Ledesma.

Poche emozioni e tanta disputa fisica: l’inizio di Barcellona-Cádiz non ha entusiasmato i tifosi

Immagine: LLUIS GENE / AFP

Visitatori spaventati (e spaventati)

Al 27′ la partita ha avuto un brivido di emozione con Cádiz, che ha perso un gol incredibile.

In contropiede Sobrino si lancia da destra e vince alla velocità della difesa del Barcellona. Si spinge fino al bordo dell’area e rotola al centro verso Lucas Pérez, che compare alle spalle di Dest.

L’attaccante, già nell’area del rigore, ha terminato con la gamba sinistra e ha mandato il pallone a fianco della porta di Ter Stegen.

Dieci minuti dopo, tocca ai padroni di casa essere in pericolo: Dembélé riceve in mezzo e, à la Messi, realizza una linea con brevi dribbling fino al limite dell’area prima di calciare rasoterra per la porta di Cadice —Ledesma ha fatto la sua prima parata della partita, terminata senza grandi offerte nel suo primo tempo.

2° periodo con sorpresa indigeribile

La fase finale è iniziata in modo diverso rispetto al 1° tempo: dopo appena due minuti, poco dopo un attacco del Barça, il Cadice ha aperto le marcature con Lucas Pérez, lo stesso che ha sprecato la migliore occasione della partita fino ad ora.

Su cross di Alex Fernández dalla sinistra, Sobrino colpisce di testa e Ter Stegen fa una parata brillante. L’attaccante ha comunque provato a segnare sulla ribattuta e, ancora una volta, è stato bloccato dal portiere.

Senza essere respinto dalla difesa catalana, palla pulita a Lucas Pérez, che aveva il compito di spingerla in fondo alla porta e portare il punteggio a zero.

I giocatori del Cadice festeggiano un gol segnato da Lucas Pérez in una partita contro il Barcellona - LLUIS GENE / AFP - LLUIS GENE / AFP

I giocatori di Cadice celebrano il gol segnato da Lucas Pérez nella partita contro il Barcellona

Immagine: LLUIS GENE / AFP

Tentativo di pressione davanti al braccio

Poco dopo il gol subito, Xavi richiama Aubameyang e mette in campo l’attaccante gabonese al posto del compianto Depay. Luuk de Jong e Adama Traoré si sono uniti al sequel.

In una sorta di attacco contro la difesa, il Barça si fa più incisivo nell’attaccare l’avversario: Eric Garcia e Dembélé, entrambi a metà campo, vengono a spaventare Ledesma, che deve lavorare.

Non temendo di difendersi, l’allenatore del Cadice ha approfittato del vantaggio del tabellone per cambiare squadra e puntare ancora di più sui contropiedi della sua squadra.

Occasioni perse e portiere brillante

Al 30′, in uno di questi contropiedi, il Cadice ha avuto l’opportunità di sistemare la partita — e l’ha sprecata.

Alejo, sulla destra, avanza veloce e crossa rasoterra per Alex Fernández, che segna per la prima volta il gol catalano. La palla sfiora il palo di Ter Stegen e va oltre la linea di fondo, spaventando i tifosi.

Due minuti dopo i padroni di casa replicano: in angolo, Luuk de Jong si presenta da solo a colpire di testa e vede Ledesma praticare un’ottima parata – il portiere usa anche la testa per controllare la palla.

L’arciere argentino ha brillato ancora al 39′, con un forte calcio da fuori area di Eric Garcia, e al 44′, su un tiro dalla distanza ravvicinata di Aubameyang.

Nonostante i sette minuti di recupero concessi dall’arbitro, i catalani non sono riusciti a far oscillare le reti di Ledesma fino al fischio finale.

Il portiere del Cadice Ledesma ha parato bene la partita contro il Barcellona - Quality Sport Images/Getty Images - Quality Sport Images/Getty Images

Ledesma, portiere del Cadice, ha fatto delle belle parate nella partita contro il Barcellona

Immagine: immagini sportive di qualità/immagini Getty

Scheda tecnica: Barcellona 0x1 Cádiz

Torneo: Campionato spagnolo – 32° round

Data: 18 aprile 2022

Locale: Stadio Camp Nou a Barcellona

Programma: 16:00 (da Brasilia)

obiettivi: Lucas Pérez (2 min 2° tempo)

Barcellona: Ter Stegen; Dest (Mingueza), Eric Garcia, Lenglet (Adama Traoré) e Alba; Busquets, Gavi e Frenkie de Jong (Luuk de Jong); Dembele, Depay (Aubameyang) e Ferran Torres. Allenatore: Saverio

Cadice: Ledesma; Parra (Akapo), Luis Hernández, Fali ed Espino; Jonsson (Chust), José Mari (San Emeterio), Salvi Sánchez (Alejo) e Alex Fernández; Sobrino (Arzamendia) e Lucas Pérez. Allenatore: Sergio Gonzalez

Add Comment