Il Flamengo affronta il San Paolo più sollevato con Ceni e cerca di controllare la pressione prima della “riunione” con Jorge Jesus

Flamengo e San Paolo si affrontano questa domenica (17), alle 16, al Maracanã, per il 2° round del Campionato brasiliano


Flamengo e San Paolo affrontarsi questa domenica (18), alle 16, per il 2° round del Campionato brasiliano. E i club vivono momenti diversi in relazione agli ultimi incontri per la competizione nazionale.

Nella stagione 2021, il Flamengo ha investito complessivamente il San Paolo. Durante la partita di inning al Maracanã, il club di Rio de Janeiro, all’epoca con Renato Gaucho davanti alla squadra, ha applicato uno spietato 5 a 1 al Tricoloreche era ancora guidato da Hernán Crespo.

Sulla via del ritorno, un altro trema rossonero. Sempre con Renato Gaúcho, il Flamengo ha visitato San Paolo, già con Rogerio Ceni, e ha approfittato di tutta l’instabilità vissuta da San Paolo. Uno 3 a 0 a Morumbi, che ha lasciato con il gusto che era poco dovuto alla partenza dell’avversario, che era tutto assonnato.

Ma per il momento gli scenari sono stati ribaltati. Il Flamengo che ‘vola’ in quel momento ora trova la squadra di San Paolo che ha ancora bisogno di incontrarsi. Dopo il vice in Campionato Cariocal’allenatore Paolo Sousa ei giocatori hanno subito pressioni dalla folla in segno di protesta a Ninho do Urubu. Né la vittoria in apertura di CONMEBOL Libertadores contro Cristallo sportivo ha alleviato quella pressione.

L’occasione per raccogliere è stato il debutto nel Brasileirão. Ma il pareggio contro Atletico-GO Ha reso il clima ancora più caldo. La pace è arrivata in un certo senso nel 3 a 1 applicato Talleri, per il secondo turno delle Libertadores. E solo una vittoria contro il San Paolo farà sentire tranquillo Paulo Sousa, soprattutto per l'”evento” che i tifosi rossoneri avranno la prossima settimana: la riunione con Jorge Jesus, che sarà a Rio de Janeiro per il Carnevale.

D’altra parte, San Paolo è finito per essere investito dal palme al Campionato paulista. Un risultato che nessun tifoso vorrebbe avere. Ma l’umore è molto calmo e le prospettive sono migliori di quelle del 2021. Con i rinforzi, Rogério Ceni è riuscito a dare più consistenza al lavoro al Morumbi. E l’allenatore è la grande risorsa tricolore.

Ex tecnico del Flamengo, Ceni conosce la rosa della squadra avversaria di questa domenica come nessun altro. Campione del Brasileirão 2020 per il club carioca, ha lasciato il Ninho do Urubu senza perdere i giocatori, soprattutto a causa del rapporto quotidiano in CT. A San Paolo il rapporto è diverso.

Rogério Ceni ha la ‘chiave’ del club e sa come pochi altri come funziona il club tricolore. E il rispetto degli atleti fa sì che l’allenatore abbia un ambiente di lavoro più rilassato. E questo è evidente nelle interviste agli atleti.

Dopo la vittoria finita Evertontramite la Coppa Sudamericana, Arboleda strappò lodi al comandante. Secondo lui, è stato Ceni a far cambiare idea agli atleti del San Paolo e a far entrare la professionalità nelle menti della squadra.

Innanzitutto, devi dare molto valore al lavoro di Rogério. Da quando è arrivato, abbiamo in testa che dobbiamo essere più professionali in questo senso. A volte arrivavo all’allenamento stanco, non dicevo niente e il giocatore finiva per farsi male. Ha dato al giocatore fiducia per potergli parlare quando era stanco e non affrontare quel tipo di problema.. Quindi la mente del giocatore cambia molto, ringraziamo lui e il reparto medico, che ci sta tutto il giorno accanto a prendersi cura di noi. Uno aiuta l’altro ed è così che siamo usciti da quel problema che avevo tempo fa”, ha detto il difensore.

Per la partita del Maracanã, il risultato è estremamente importante per entrambe le squadre. Il Flamengo, che cerca la prima vittoria, e il San Paolo, che alla fine ha chiuso il primo turno e stanno cercando di rimanere in testa alla classifica.

.

Add Comment