Perché i medici raccomandano che la misura della tua vita sia inferiore alla metà della tua altezza – 18/04/2022

Le persone dovrebbero essere incoraggiate a misurare la circonferenza della vita per assicurarsi di non avere troppo grasso nell’area e la vita di un adulto dovrebbe essere inferiore alla metà della sua altezza per ridurre i rischi per la salute, raccomanda il National Institute for Health Excellence. Regno Unito (Nizza).

Anche la misurazione dell’indice di massa corporea (BMI) è utile, ma non tiene conto dell’eccesso di peso intorno all’addome, che aumenta il rischio di malattie come il diabete di tipo 2, l’ipertensione, le malattie cardiache e l’ictus.

Un nuovo progetto di orientamento dell’istituto britannico avverte che le persone di colore e alcuni gruppi etnici asiatici sono più inclini a questo tipo di accumulo di grasso intorno alla vita, chiamato “adiposità centrale”.

Dovrebbero utilizzare limiti di BMI più bassi per l’obesità per aiutare a prevedere i loro rischi specifici per la salute.

Ma l’istituto avverte che anche coloro che sono in una categoria di peso corporeo sano potrebbero portare troppo peso intorno alla vita.

“Spiegare alle persone che per misurare la vita, devono trovare la parte inferiore delle costole e la parte superiore dei fianchi, avvolgere un metro a nastro intorno alla vita al centro di questi punti ed espirare naturalmente prima di prendere la misurazione, “Dicono le donne. linee guida sull’identificazione delle persone in sovrappeso e obese.

Se sei alto 175 cm, ad esempio, la misura della tua vita dovrebbe essere inferiore a 87,5 cm (metà della tua altezza).

La misurazione dalla vita all’altezza può essere utilizzata per entrambi i sessi e tutti i gruppi etnici, nonché per gli adulti molto muscolosi, aggiunge. Ma le misurazioni della circonferenza della vita non sono accurate nelle persone con un BMI superiore a 35, donne in gravidanza o bambini di età inferiore ai due anni.

Cosa dicono gli altri esperti

Naveed Sattar, professore di medicina metabolica all’Università di Glasgow in Scozia, ha affermato che questo nuovo messaggio potrebbe essere “incerto”, ma ha affermato che non fa mai male provare “nuovi modi” per indurre le persone a pensare alla propria salute.

Altri esperti affermano che misurare la vita non funziona per persone molto basse o anziane sopra i 60 anni, che potrebbero aver perso altezza con l’età.

Ma la professoressa Rachel Batterham, consulente in obesità, diabete ed endocrinologia, che fa parte del comitato delle linee guida, ha affermato: “L’aumento del grasso nell’addome aumenta il rischio di una persona di sviluppare una serie di malattie limitanti la vita, tra cui il diabete di tipo 2 e le malattie cardiache . .

“Il rapporto vita-altezza è una misura semplice e facile da usare che identifica le persone che sono più a rischio per la salute e che trarrebbero beneficio dal supporto per la gestione del peso per migliorare la propria salute”.

‘Sii sensibile’

Nella guida, si consiglia ai medici di famiglia e agli infermieri di chiedere il permesso a qualcuno prima di parlare del loro peso e anche di “discuterne in modo sensibile”.

I consigli sulla gestione del peso sono generalmente personalizzati per l’individuo e si concentrano sul miglioramento della dieta e su come farli esercitare di più, oltre a possibili trattamenti e interventi chirurgici.

Paul Chrisp, direttore del centro linee guida di Nizza, ha affermato che le linee guida aggiornate aiutano le persone a capire quali fattori influenzano la loro salute e come affrontarli.

Gli operatori sanitari e il pubblico possono commentare le raccomandazioni proposte nelle linee guida prima che vengano pubblicate a maggio.

Le linee guida aggiornate affermano che i medici dovrebbero anche considerare l’utilizzo del rapporto vita-altezza nei bambini e nei giovani di età superiore ai cinque anni per valutare e prevedere i rischi per la salute.

Nivedita Aswani, un pediatra consulente specializzato in diabete e controllo del peso presso lo Sheffield Children’s Hospital, ha affermato che anche i bambini piccoli sono a rischio per gli effetti del grasso addominale.

Che cos’è un indice di massa corporea (BMI) sano?

– peso sano: BMI da 18,5 kg/m2 a 24,9 kg/m2

-sovrappeso: BMI da 25 kg/m2 a 29,9 kg/m2

– obesità classe 1: BMI da 30 kg/m2 a 34,9 kg/m2

– obesità classe 2: BMI da 35 kg/m2 a 39,9 kg/m2

– obesità classe 3: BMI 40 kg/m2 o più

Add Comment