Professionalità, domanda e lavoro: l’allenatore del Corinthians elogia il portiere Cássio | Corinzi

Poco più di una settimana dopo essere apparso sui titoli della polizia, a causa delle minacce di morte, il portiere Cássio torna a vivere giornate serene e inizia una serie di belle partite in squadra. Sabato scorso, è stato uno dei momenti salienti della vittoria per 3-0 del Corinthians sull’Avaí, dopo aver fatto grandi parate e persino iniziato, con un passaggio lungo, la partita per il secondo gol.

Unico giocatore da titolare nelle dieci partite del Timão sotto il comando di Vítor Pereira, Cássio è stato elogiato dal tecnico portoghese in conferenza stampa:

– Cassio, alla sua età, resta un professionista che è uno dei primi ad arrivare, l’ultimo a partire, ha voglia di lavorare, vuole migliorare con i piedi, migliorare le decisioni. Lavora con una professionalità che ho visto da pochi, ho visto da pochi portieri della sua stazza. Pretende molto da lui. Molto contento di averlo in porta. È in quel momento che viene mostrato il livello di un portiere, quando escono uno o due palloni, e lui è lì. Non è per nessuno. Un conto è difendere una squadra che si trova sistematicamente in difficoltà difensive, un altro è in una squadra a cui piace giocare in alto e l’avversario ha una o due occasioni, ma in questo momento deve dimostrare di avere un portiere. Cássio ha giocato, ancora una volta, una partita spettacolare – ha dichiarato l’allenatore.

Negli ultimi anni, l’idolo del Corinthians è stato incoraggiato e gli è stato chiesto di giocare di più con i piedi. Questo si è intensificato dall’arrivo di Vítor Pereira, quasi due mesi fa.

Contro Avaí, Cássio ha segnato 27 passaggi su 35 e 12 lanci su 20.

– Ha lavorato molto con i piedi. Sono stato felice che abbia rischiato il passaggio dalla parte che ha iniziato il (secondo) gol. Un passaggio che non ha fatto e ora ha fiducia, perché lavora molto, tutti i giorni, molto. Non solo il normale lavoro di un portiere, anche il gioco di gambe. Alla sua età vuole imparare, vuole evolversi. Ecco perché mi ha sorriso, io gli ho sorriso. Sappiamo cosa stavamo pensando. Ottimo passaggio che ha fatto e ha iniziato un gol – ha commentato Vítor Pereira.

Vedi anche:
+ Dai un’occhiata all’analisi della vittoria del Corinthians su Avaí
+ Jô viene sfidato da Vítor Pereira e perde 3,5 kg

Cássio è stato più richiesto di giocare con i piedi — Foto: Rodrigo Coca / Ag.Corinthians

In un’intervista dopo la partita di sabato, Cássio ha evitato di parlare delle minacce subite e ha trattato il caso come una “questione chiusa”. Si è limitato a ringraziare gli agenti di polizia che lo hanno aiutato e ha detto che nessuno merita di passare quello che lui e la sua famiglia hanno passato.

La maglia 12 ha anche celebrato la buona prestazione negli scontri contro Deportivo Cali e Avaí, in cui non è trapelato, ma ha condiviso i meriti con i compagni:

– Felice di aiutare i Corinzi. Il mio obiettivo è aiutare. Volevo non subire gol in nessuna partita, fare parate e aiutare il Corinthians. Spesso la palla non arriva perché anche la difesa aiuta molto, siamo una squadra.

Il Timão torna in campo mercoledì, quando affronterà Portuguesa-RJ, alle 21:30 (ora di Brasilia), per la terza fase della Copa do Brasil. Il duello sarà all’Estádio do Café, a Londrina, poiché la squadra di Rio ha deciso di vendere il controllo della partita.

— Foto: riproduzione

Andiamo brasiliani! La più grande offerta di giochi per un prezzo che dà gioco. Iscriviti a Premiere!

Il podcast ge Corinthians è disponibile sulle seguenti piattaforme:

  • 🎧 Globoplay – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Spotify – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Google Podcasts – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Podcast Apple – clicca qui per ascoltare!
  • 🎧 Pocket Casts – clicca qui per ascoltare!
  • ▶️ Premi play!

+ Guarda: tutto sul Corinzi a Globo, sportv e ge

Add Comment