Quali erano le aspettative di gol delle squadre nell’ottavo turno del Brasileirão? Comprendere la metodologia e verificarla | spia statistica

L’indicatore di previsione gol (xG) aiuta a raccontare la storia delle partite meglio di altre statistiche di tiro, in quanto è inteso che due tiri non sempre danno lo stesso pericolo all’avversario, come uno realizzato da centrocampo e un rigore. Pertanto, ogni arrivo riceve un valore diverso, in base alle sue caratteristiche, ma principalmente tenendo conto della distanza e dell’inclinazione di ciascuno di essi (vedi metodologia a fine testo).

Goiás ha finito 14 volte nella partita e ha prodotto abbastanza per segnare 0,9 gol (vicino alla realtà, ne hanno segnato uno). Otto tiri da dentro l’area di rigore e sei da fuori area, con un’enfasi negativa sul tiro da dietro del centrocampo di Fellipe Bastos, che ha prodotto un’aspettativa inferiore all’1% di svolta. Degli oltre 84.500 tiri registrati dall’Espião Statístico dall’edizione 2013, solo 40 tiri sono stati effettuati dal campo difensore: nessuno si è trasformato in gol.

Il Bragantino ha concluso 13 volte: una da dentro l’area piccola (gol di Artur), quattro da dentro l’area grande e altre otto da fuori area. Considerando solo la distanza del calcio, a Un tiro da dentro l’area di rigore ha una probabilità del 35,5% di essere trasformato in gol (5.079 tiri da dentro l’area piccola e 1.804 a rete). La probabilità di un tiro da dentro l’area di rigore è dell’11,4% (38.995 tiri da dentro l’area di rigore e 4.479 in rete).

Il San Paolo ha concluso la partita 12 volte (sei da dentro l’area di rigore e sei da fuori), ha prodotto abbastanza per segnare quasi un gol (0,98 xG), è stato efficiente e ne ha segnati due. Tuttavia, è stato inefficiente in difesa: ha subito sei tiri di Ceará nella partita (uno dall’interno dell’area piccola, tre dall’interno dell’area grande e due dall’esterno), che hanno generato un’aspettativa di rete di 1,12 xG e ha finito per prenderne due . Allo stesso modo, lo stesso vale per Ceará.

La differenza è quella delle sei sottomissioni di Ceará nella partita, tre sono state a tu per tu con Jandrei: due si sono trasformate in gol e una il portiere ha fatto una bella parata.

Ogni squadra ha terminato 13 volte nel gioco. Fortaleza ha concluso cinque da dentro l’area di rigore, due dalla mezzaluna, quattro da fuori area frontale e due da maggiore distanza e/o angolo, ha prodotto un’aspettativa di 1,01 xG e ha segnato 1 gol. La gioventù, d’altra parte, ha tirato sette da dentro l’area di rigore e cinque da fuori, producendo un’aspettativa leggermente inferiore (0,67 xG) in gran parte dovuta all’angolo di questi tiri da dentro l’area, ma hanno anche segnato un gol.

L’aspettativa di gol del Santos (xG) è stata superiore a quella del Palmeiras per la maggior parte della partita (come mostrato nelle linee del grafico sottostante), ma poi è arrivato il rigore a favore di Verdão, sprecato da Raphael Veiga. o il rigore è il tipo di tiro che più si trasforma in gol: il 76,4% delle volte. Dei 984 rigori presi e incassati dall’Espião Statístico dall’edizione 2013 del Brasileirão, 752 si sono trasformati in gol.

Coritiba (2.40) 1-0 (1.67) Botafogo

Le aspettative sugli obiettivi delle squadre (xG) suggeriscono che avremmo potuto vedere più goal nel gioco. Coritiba ha prodotto abbastanza per segnare 2,40 gol e ne ha segnato solo uno (praticamente 1,0 xG deriva da tre tiri consecutivi al 17′ minuto del secondo tempo). Botafogo ha prodotto abbastanza per segnare 1,67 gol e non ne ha segnati nessuno. La migliore occasione per Glorioso è con Erison da dentro l’area piccola al 18′ del primo tempo, quando viene bloccato da Matheus Alexandre.

Il Fluminense ha prodotto un’aspettativa di gol (xG) superiore a quella del Flamengo (1,76 xG contro 1,28 xG), ma si è fermato la maggior parte delle volte a Hugo. Non sempre la squadra che produce più e migliori occasioni nel gioco esce con la vittoria.

Ci sono stati 16 tiri di Flu (uno da dentro l’area piccola, sette da dentro l’area grande e otto da fuori) contro sette tiri di Fla (quattro da dentro l’area grande, due da mezzaluna e uno in più dalla lunga distanza) .

Interessante notare che fino al gol di América-MG, il Corinthians aveva a malapena prodotto opportunità (vedi linea nera nel grafico sotto). Solo sette tiri nella partita di Timão e quello di maggior pericolo è stato il gol di Mosquito: da dentro l’area piccola senza portiere. Coelho, invece, ha chiuso 12 volte (metà da dentro l’area e un’altra da fuori) e dopo il gol di Aloísio praticamente non ha prodotto (vedi linea grigia nel grafico sotto dopo il gol).

Ci sono stati nove tiri di Cuiabá e la maggior parte sono stati da fuori area (sei contro tre da dentro l’area), quindi ha prodotto una bassa aspettativa di rete: ha finito corto e dalla lunga distanza (0,56 xG). L’Atletico-PR si è presentato 20 volte: due da dentro l’area piccola, sette da dentro l’area grande e altre 11 da fuori.

Mentre l’Atlético-MG ha prodotto abbastanza per segnare 2,36 gol (e in effetti ne ha segnati due), Avaí ha prodotto un’aspettativa di 0,36 xG ed è comunque riuscito a segnare. Ci sono stati 26 tiri di Galo nella partita (metà da dentro l’area e l’altra metà da fuori), cinque dei quali quando Kevin era già in porta dopo l’espulsione di Douglas Friedrich. Avaí ha terminato solo quattro volte (due da dentro l’area e due da fuori).

Nonostante il pareggio, la squadra ospite è stata la più vicina alla vittoria, che ha prodotto abbastanza per segnare quasi due gol (1,90 xG), ma ha segnato solo una volta. Dragon ne ha finiti il ​​doppio dell’Internacional: tre da dentro l’area piccola (uno esce in porta), sei da dentro l’area grande e altri nove da fuori.

L’Internacional ha segnato nove gol (quattro da dentro l’area e cinque da fuori). Interessante notare che l’Inter praticamente non ha prodotto nel secondo tempo (linea nera nel grafico sottostante dal 45′): solo due sottomissioni sono avvenute nella fase finale.

Simulando 10.000 volte ogni tiro della partita, l’Internacional usciva con tre punti il ​​22% delle volte, un pareggio si verificava il 22% delle volte e l’Atlético-GO vinceva il 56% delle volte. Con questo è possibile calcolare l’aspettativa di punti (xP): per l’Inter sarebbe 0,88 xP (3 punti x 22% + 1 punto x 22%), mentre la realtà era il tie point.

Queste probabilità si trovano a destra di ogni grafico e, infine, possiamo vedere quali sono le squadre più e meno efficienti in termini di punti, gol segnati e subiti nella tabella sottostante. Vale la pena ricordare che il calcio è lo sport in cui il successo è raro (in questo caso il gol) e questo significa che il punteggio finale di una partita non è sempre coerente con il rendimento delle squadre in campo.

Mentre Atlético-MG e Palmeiras sono le squadre che hanno guadagnato più punti, il Corinthians è la squadra più efficiente in termini di punti (ha vinto 6,1 punti in più rispetto all’aspettativa di tiri effettuati e subiti in ogni partita).

Galo e Verdão sono anche le squadre che hanno prodotto più aspettative di gol in attacco, mentre Timão è anche la squadra più efficiente in attacco (hanno segnato 3,2 gol in più rispetto a quanto suggerisce la qualità delle loro rifiniture).

Il Fortaleza è quello che ha subito i tiri di minor qualità (mi aspettavo sei gol subiti, ma ne ha già subiti dieci), mentre Palmeiras e Cuiabá sono le squadre più efficienti in difesa (hanno subito meno gol della qualità dei tiri subiti suggerisce).

Puoi trovare grafica e analisi di altri giochi su Stat Spy Twitter

L’indicatore “Expected Goals” o “Goals Expectation” (xG) è una metrica consolidata nell’analisi dei dati che ha come riferimento più di 84 mila tiri registrati da Espião Statístico in più di 3,3 mila partite Brasileirões dall’edizione 2013. La distanza e angolo del tiro rispetto alla porta, la parte del corpo utilizzata per completarla, se il tiro è stato effettuato la prima volta o è stato fissato, se il tiro è stato eseguito con la gamba buona o cattiva del giocatore, sono considerati come così come l’origine del tiro (se da cross, fallo diretto, rubata, ecc.). Viene preso in considerazione anche il valore di mercato delle squadre in ogni stagione in base ai dati del sito Web Transfermarkt (ad es procuratore della qualità della rosa), il tempo di gioco e la differenza di punteggio al momento di ogni tiro.

Ad esempio, su cento tiri realizzati dalla mezzaluna, solo sette si trasformavano in gol. Quindi, considerando solo la distanza del tiro, un tiro a mezza luna ha un’aspettativa di gol (xG) di circa 0,07. Ogni posizione in campo ha una diversa aspettativa che un tiro si trasformi in gol, che aumenta se si tratta di un contropiede perché ci sono meno avversari per evitare il completamento del gioco. Ogni tiro di ogni squadra riceve un valore e viene aggiunto durante la partita per arrivare al totale xG di una squadra in ogni partita.

* Bruno Imaizumi è un economista partner del team Espião Statístico, composto da: Felipe Tavares, Guilherme Maniaudet, Guilherme Marçal, João Guerra, Leandro Silva, Mateus Pinheiro, Roberto Maleson e Valmir Storti.

Add Comment