Twitter (TWTR34) adotta la “pillola velenosa” contro l’offerta di acquisizione di Elon Musk

Twitter (TWTR34) venerdì ha adottato un piano per i diritti degli azionisti noto come “pillola velenosa” per proteggersi dall’offerta pubblica di acquisto di Elon Musk, con una mossa che sarà valida per un anno.

È stato adottato il giorno dopo che il fondatore di Tesla e SpaceX e l’uomo più ricco del mondo hanno proposto di acquistare il 100% dell’azienda e di diventare privato. L’accordo valuterebbe il social network a oltre 43 miliardi di dollari (circa 200 miliardi di R$ al prezzo attuale).

Leggi anche:

Lo stesso giorno, Musk ha suggerito la possibilità di fare un’offerta ostile, aggirando il consiglio di amministrazione di Twitter e facendo la proposta direttamente agli azionisti del social network. “Sarebbe del tutto indifendibile non mettere questa offerta al voto degli azionisti”, ha detto il miliardario in un post sul proprio Twitter.

Il meccanismo adottato dal consiglio è valido fino al 14 aprile 2023 e prevede che gli azionisti possano esercitare il diritto di acquisto di azioni qualora qualcuno raggiunga una quota pari o superiore al 15% nella società (Musk è diventato il principale azionista di Twitter acquistando 9,2% delle azioni in circolazione quest’anno).

La proposta di Musk

Utente abituale di Twitter con oltre 80 milioni di follower sul social network, Musk si è offerto di acquistare tutte le azioni della società per $ 54,20 per azione, in un accordo che la valuta a oltre $ 43 miliardi, $ 200 miliardi al cambio attuale ).

Il miliardario ha rivelato all’inizio di questo mese di aver acquistato una quota del 9,2% nel gigante dei social media, diventando il più grande investitore della società, che ha fatto aumentare le azioni di Twitter del 27% in un giorno (l’aumento più grande registrato ogni giorno).

Il giorno successivo, Twitter ha annunciato che avrebbe nominato Musk nel consiglio di amministrazione della società e le azioni sono aumentate di un altro 5,89%, ma in seguito il miliardario ha rifiutato l’invito. Quando il miliardario ha proposto di acquistare il social network e di diventare privato, però, le azioni hanno chiuso.

“Mi offro di acquistare il 100% di Twitter per $ 54,20 per azione in contanti, un premio del 54% il giorno prima del mio investimento in Twitter e un premio del 38% il giorno prima del mio annuncio pubblico del mio investimento”, ha detto Musk in una lettera inviata al presidente di Twitter Bret Taylor.

Offri resistenza

Il fondatore di Tesla e SpaceX ha dichiarato nella lettera che questa era la sua “migliore e ultima offerta” e che avrebbe riconsiderato la sua posizione di azionista se non fosse stata accettata, ma il valore proposto è al di sotto del picco del titolo ($ 77), raggiunto in Febbraio 2021.

Sebbene Musk sia attualmente l’uomo più ricco del mondo, con una fortuna stimata di $ 219 miliardi secondo Forbes, potrebbe avere difficoltà a concludere l’accordo.

Oltre a offrire una quantità di denaro che attualmente non ha in contanti, Musk sta già affrontando la resistenza di uno dei maggiori azionisti di Twitter, il principe saudita Alwaleed Talal. Il reale saudita ha affermato che l’offerta “non si avvicina al valore intrinseco di Twitter” e che la rifiuterà.

Musk non è più il maggiore azionista dell’azienda. L’asset manager Vanguard ha recentemente aumentato la sua partecipazione nel social network e ha riferito l’8 di possedere ora 82,4 milioni di azioni (10,3% del totale).

incontro con i dipendenti

Giovedì in una riunione dello staff generale, il CEO di Twitter Parag Agrawal ha detto ai dipendenti che l’azienda ha una forte cultura di protezione dei suoi utenti e che “nessuno può cambiarlo”, senza citare Musk.

Agrawal ha rifiutato di discutere i dettagli dell’offerta e ha detto solo che il consiglio la stava esaminando, ma gli è stato anche chiesto del trattamento riservato da Tesla ai dipendenti delle minoranze (Musk è l’amministratore delegato dell’azienda, che è stata citata in giudizio a febbraio dal Department of Fair Employment e California Alloggi per presunta discriminazione razziale).

Il CEO di Twitter ha affermato che il consiglio di amministrazione del social network sta prendendo in considerazione questi problemi e ha sottolineato che la diversità è fondamentale per l’identità dell’azienda. Per quanto riguarda la causa in California, Tesla afferma che l’affermazione è “ingiusta e controproducente”.

* Con informazioni da Reuters

Non investi ancora all’estero? XP strategist offre una lezione gratuita su come diventare partner nelle più grandi aziende del mondo, direttamente dal tuo cellulare e senza parlare inglese

Add Comment